Ricominciamo a promuovere i libri

Il Covid-19 è stato una botta per tutti. Per quanto qui a Roma ci abbia toccati di striscio, abbiamo trascorso settimane surreali e altre ne trascorreremo. Non posso lamentarmi: ho continuato a lavorare, mi sono adattata subito ai nuovi rituali fatti di mascherine e scene isteriche in caso di starnuto allergico, di pelandroni che pontificano e gente che, in silenzio dietro la sua Ffp2, fa il suo dovere, va avanti. E, magari, vive. Se c’è la musica in filodiffusione, in metro, canticchia anche. E, pure se non si vede, ride.

Chiaramente la promozione dei libri, come tutte le cose della vita, si è fermata. Per me, che non vengo ospitata in librerie o fiere, è cambiato poco. Ma anche i miei tentativi sono stati congelati.
E allora, ricominciamo.
In epoca di distanziamento sociale, l’autore sconosciuto è quasi avvantaggiato: i pienoni di folla agli eventi sono impossibili, quindi il distanziamento è una realtà. Con un po’ di fantasia, si può persino presentare all’aperto, a tu per tu. I piccoli sono più agili, sgusciano come guerriglieri tra le maglie dei disastri. Leggete la scheda qui sopra!

Più libri più liberi 2018 – esperienza e riflessioni

Per chi ama la lettura e l’universo di storie e sottostorie che gravitano intorno a essa, Più libri più liberi è l’evento di dicembre. Vuoi perché cade a pochi giorni dal Natale, quando la caccia al regalo è aperta, vuoi perché si tiene a Roma e qui tutte le strade portano, l’appuntamento è imperdibile e l’occasione ghiotta.  Per la prima volta dopo anni, non sono stata ospite allo stand dell’editore. Ho girato, fatto acquisiti e, soprattutto, ho incontrato o rincontrato dal vivo persone con cui interagisco ogni giorno. Sono tornata a casa con lo zaino pieno, il sorriso grande e qualche riflessione che voglio condividere con voi. Continuate a leggere cliccando su “continue reading” qui sotto.

Italia Book Challenge 2018 – cos’è e come nasce

L’italian Book Challenge è una gara gioiosa, una sfida per mettere un po’ di pepe tra i lettori forti e avvicinare più persone alle librerie indipendenti, piccoli ed eroici baluardi nella scelta di titoli che siano liberi dalle catene imposte dalla moda e del marketing. Sul sito ufficiale c’è il regolamento ben spiegato, la lista delle librerie aderenti e le categorie di libri proposti.

Ogni libro è un viaggio e… viaggia.

È giunta l’ora di prendere per mano “Far West” e farlo conoscere anche in giro per l’Italia.
Grazie all’impegno della casa editrice e alla disponibilità di alcune librerie, avrò la possibilità di incontrare potenziali lettori e, chissà, incuriosirli o rispondere alle loro domande.
Quali saranno i giri che mi aspettano? Eccoli elencati qui a seguire.