il primo re e la mia recensione

Anni fa, avevo già messo la parola fine al mio terzo romanzo, Patres, quando ho scoperto che sarebbe uscito un film di tema analogo, più o meno nello stesso periodo in cui auspicavo uscisse il libro. I tempi di lavorazione e pubblicazione sono lunghissimi, in entrambi i casi. Finalmente ieri Il primo re, film di Matteo Rovere sulla fondazione di Roma, è giunto sul grande schermo. Essendo Patres nelle librerie in ottobre, la materia per me è fresca e viva, quindi sono andata a vedere il film con molta curiosità e senza attese, per potermelo godere e poterlo accogliere, punto su cui noi appassionati di storia antica spesso pecchiamo. Il mio giudizio è quindi articolato e pieno di spoiler, perché ogni affermazione, che sia un elogio o una critica – ci sono entrambi – è motivata. Per cui, continuate a leggere solo se avete già visto il film. Strappato il biglietto? Bene! Allora cliccate “continue reading” per la recensione de Il primo re.

Per chi si fosse perso l’evento sull’Appia antica

In questo video trovate tutto, ma proprio tutto l’evento del 27 ottobre 2018, tenutosi nella sala conferenze della sovrintendenza archeologica dell’area di Capo di Bove, in Via Appia antica 222, a Roma. Potrete ascoltare le splendide musiche de La Fontegara, le letture appassionate di Simona Bittoni e tutto il resto. Si è creata un’atmosfera magica e l’ora è volata davvero via, senza tempi morti o cali. Se avete blocchi pubblicitari o problemi di browser, il video lo trovare qui.

I prossimi eventi

Domenica 21 ottobre,  sarò nel Mondadori Bookstore di Saronno per intercettare potenziali lettori di Patres e, se interessati, firmare loro una copia del romanzo.  Arriverò verso le 11:00 e sarò lì fino alle 18:00. L’impossibilità di pernottare non mi consente una permanenza maggiore, comunque abbiamo una buona finestra di tempo per incontrarci!
Sabato 27 ottobre giocherò in casa: a Roma, in via Appia antica 222 ore 16:00, nella sala conferenze dell’area archeologica di Capo di Bove, racconterò Roma prendendo spunto dai miei romanzi. Non una presentazione, ma una passeggiata tra quattro stagioni, due romanzi e una sola civiltà, accompagnata dalla splendida musica d’epoca di Augusto Mastrantoni con l’ensemble La Fontegara, composto da Dario Guerci e Pasquale Sculco, e dalle letture di Simona Bittoni della scuola di dizione, recitazione e public speaking Il Melograno. Sarà un evento emozionante in cui spero di porgervi quella scintilla di calore e di luce che il mondo antico offre a chi la vuole sentire.

Patres, il nuovo arrivato

È ufficialmente uscito il 27 settembre “Patres”, il mio ultimo romanzo.
È un libro che gioca su due piani: racconta il mito come farebbero i vecchi aedi, rielaborandolo in cerca delle eterne chimere umane, colorandolo per renderlo appetibile al nuovo uditorio, ma inserisce nell’intreccio elementi storici e archeologici che raccontano il Lazio dell’epoca, i suoi popoli e le dinamiche che portarono alla nascita di quelli che, nel giro di pochi anni, si sarebbero definiti “romani”.
Iniziamo subito i giri di giostra con qualche appuntamento.
Domenica 21/10,  sarò nel Mondadori Bookstore di Saronno tutto il giorno, per intercettare potenziali lettori di “Patres” e, se interessati, firmare loro una copia del romanzo.
Sabato 27/10 giocherò in casa: a Roma, sull’Appia antica, nella sala conferenze dell’area archeologica di Capo di Bove, racconterò Roma prendendo spunto dai miei romanzi. Non una presentazione, ma una passeggiata tra quattro stagioni, due romanzi e una sola civiltà, accompagnata dalla splendida musica d’epoca di Augusto Mastrantoni con l’ensemble La Fontegara, composto da Dario Guerci e Pasquale Sculco, e dalle letture di Simona Bittoni. Sarà un evento emozionante e non una presentazione autoreferenziale. Io voglio offrirvi quella scintilla di calore e di luce che il mondo antico offre a chi la vuole sentire.