L’ultimo segreto di Botticelli

Cos’è che rende vivi, dà luce e speranza al mondo? L’amore. Scintilla creativa e creatrice, propulsione al cambiamento, alla danza armonica che concilia gli opposti. Questi sono Venere e Marte, la guerra e la pace, il chiarore e il buio… Luce e Giovanni delle Bande Nere nel libro di Lisa Laffi.

Seguo questa autrice da quando esordì con il bellissimo “Il serpente e la rosa”. L’ho conosciuta e adorata per mille motivi che non sto qui a spiegare. Sono sempre stata certa che prima o poi qualcuno si sarebbe accorto della sua penna garbata ed elegante, del suo animo gentile e antico nel senso migliore del termine, che traspare nelle sue storie. E qualcuno con la forza di far conoscere al grande pubblico il suo talento è infine arrivato, così “L’ultimo segreto di Botticelli” potete trovarlo in tutte le librerie. continua a leggere cliccando sul link “continue reading” in basso a destra

Italia Book Challenge 2018 – cos’è e come nasce

L’italian Book Challenge è una gara gioiosa, una sfida per mettere un po’ di pepe tra i lettori forti e avvicinare più persone alle librerie indipendenti, piccoli ed eroici baluardi nella scelta di titoli che siano liberi dalle catene imposte dalla moda e del marketing. Sul sito ufficiale c’è il regolamento ben spiegato, la lista delle librerie aderenti e le categorie di libri proposti.

Un anno è solo la punta dell’iceberg in questo caso. Due decenni di studio solitario e di stesure silenziose, un anno di pubblicazione. Il 17 settembre 2015, il romanzo storico “Calpurnia, l’ombra di Cesare” arrivava in libreria.
Sono stati dodici mesi incredibilmente intensi, contraddittori e faticosi.
Fatti di porte in faccia e finestre spalancante, di treni presi in orari assurdi, panini e ostelli, di incontri, di nuovi amici, di situazioni imbarazzanti, divertenti, frustranti, emozionanti.
Al di là del mio grigio e cupo quotidiano, la vita tra la carta e con la carta non annoia mai. I fogli tagliano, i fogli guariscono, uniscono, confortano.

Auguri, e cento di questi giorni.

Esattamente un anno fa, la mia "dolcebambina" usciva in libreria. 🎉🎂 Ne è passata di acqua sotto i ponti. Ho iniziato a scoprire un mondo nel quale non ho mai pensato nemmeno lontanamente di affacciarmi, e tutt'ora ogni tanto mi chiedo "ma che ci faccio io, qui?" Ho conosciuto tante persone, alcune delle quali sono diventate amiche, e questo è stato il premio più grande, la soddisfazione che non ti aspetti e, direi, tutto ciò che resta e che conta. In questa foto, lo sfondo è il quadro di un amico, Marcello Bufacchi. Un giorno ero da lui parlando di libri e mi sono trovata circondata da frammenti di mare. Come tante piccola finestre della Villa dei Papiri, di notte. La foto era d'obbligo. Siete tanti, molti di voi mi hanno detto personalmente o scritto le opinioni… Per il primo compleanno del #romanzostorico lasciate una recensione su Amazon. So che molti miei lettori hanno un'età matura e non usano questi strumenti, come so che chi non è addentro non ne coglie l'importanza devastante (le recensioni su Amazon hanno un immeritato potere di vita e di morte sugli autori non famosi!), ma se siete su Instagram…😉 Cento di questi giorni alla tua seconda occasione, miadolcebambina!#questavoltasolobeisogni #calpurnialombradicesare #novelahistorica #compleanno #libro #book #bookstagram #bookaholic #instabook #libridaleggere #librichepassione

A post shared by Sonia Morganti (@sonia_morg) on

 

Un po’ di novità…

vicino Firenze, fotografia del collega Andrea Campucci
vicino Firenze, fotografia del collega Andrea Campucci

… La prima, è che per qualche settimana potete trovare “Calpurnia, l’ombra di Cesare” in esposizione nelle librerie del circuito Mondadori.
Come vedete, il libro è in buona compagnia, insieme a tanti titoli di Leone Editore.

La seconda è che in maggio parteciperò al Salone del libro di Torino: appena possibile darò informazioni più dettagliate sugli orari e sullo stand della casa editrice.

La terza è che domenica 17 aprile sarò a La Spezia a ritirare la targa per il secondo posto al Premio Letterario “Il Golfo”.

Per cui, amici piemontesi e liguri, siate pronti a offrirmi gianduiotti o farinate!

Infine, una breve riflessione: pare che la vita media di un libro italiano sia di sei mesi, poi sparisce inesorabilmente dagli scaffali delle librerie. Non visto, viene coperto rapidamente da un oblio colorato, fatto di una marea di pubblicazioni.
Che il libro sia valido o sia di scarsa qualità, che sia scritto da un professore universitario o da una segretaria, poco cambia agli occhi di un mercato drogato.
Ai sei mesi ci siamo arrivati.
Io però voglio fare il possibile per far vivere il mio libro, la mia bimba, oltre questo periodo così effimero. Se credete che possa offrire un’emozione ai lettori, che ciò che vi ho presentato abbia un valore, vi chiedo di aiutarmi: segnalatemi eventi, lasciate recensioni, commentate, partecipate, fate girare. La collaborazione dei lettori è vitale, i loro consigli sono preziosi e la loro presenza è uno sprone e un conforto.

 

i prossimi incontri

 Sabato 5 marzo, h. 18.00, sarò nel Museo di Santa Maria in Cappella a Roma a presentare il mio romanzo, di nuovo insieme al collega Giorgio Franchetti di Edizioni Efesto.
Informazioni a questo link

Dalle 14.00 alle 17.00 di sabato 19 marzo sarò a Milano, a Palazzo del Ghiaccio di Via Piranesi 10, per la fiera del libro “Bellissima”… stand H011 Ma a qualsiasi orario andate, troverete dei colleghi bravi, preparati e coinvolgenti!
Informazioni a questo link

Il giorno dopo, domenica 20 marzo, sarò a Saronno, a firmare copie del mio libro e fare quattro chiacchiere con i lettori, nella Mondadori. L’orario ve lo faccio sapere presto. Graditi amaretti 😉