tutta la verità sui firmacopie

Parliamo dei firmacopie. Ma, questa volta, chi vi dirà la sua non sarà un agente, un editore o un autore blasonato. Sarò io, che quando mi definisco Miss Nessuno, non lo faccio certo per richiamare Odisseo.  Intanto, cos’è un firmacopie? Dipende da chi siete voi. Se siete famosi, è l’evento con cui persone che hanno la vostra opera si presentano in un dato giorno e ora per farvi autografare la o le copie in loro possesso. Se siete sconosciuti è l’evento in cui, in un dato giorno e ora, sarete in libreria a proporre ai clienti il vostro romanzo, cercando di convincerli a darvi fiducia e, se riuscite a farglielo acquistare, lo autograferete. Quindi, a seguire, tutta la verità – nuda e cruda – sui firmacopie. Continuate a leggere cliccando su continue reading.

I prossimi eventi

Domenica 21 ottobre,  sarò nel Mondadori Bookstore di Saronno per intercettare potenziali lettori di Patres e, se interessati, firmare loro una copia del romanzo.  Arriverò verso le 11:00 e sarò lì fino alle 18:00. L’impossibilità di pernottare non mi consente una permanenza maggiore, comunque abbiamo una buona finestra di tempo per incontrarci!
Sabato 27 ottobre giocherò in casa: a Roma, in via Appia antica 222 ore 16:00, nella sala conferenze dell’area archeologica di Capo di Bove, racconterò Roma prendendo spunto dai miei romanzi. Non una presentazione, ma una passeggiata tra quattro stagioni, due romanzi e una sola civiltà, accompagnata dalla splendida musica d’epoca di Augusto Mastrantoni con l’ensemble La Fontegara, composto da Dario Guerci e Pasquale Sculco, e dalle letture di Simona Bittoni della scuola di dizione, recitazione e public speaking Il Melograno. Sarà un evento emozionante in cui spero di porgervi quella scintilla di calore e di luce che il mondo antico offre a chi la vuole sentire.

Ogni libro è un viaggio e… viaggia.

È giunta l’ora di prendere per mano “Far West” e farlo conoscere anche in giro per l’Italia.
Grazie all’impegno della casa editrice e alla disponibilità di alcune librerie, avrò la possibilità di incontrare potenziali lettori e, chissà, incuriosirli o rispondere alle loro domande.
Quali saranno i giri che mi aspettano? Eccoli elencati qui a seguire.

Il weekend lombardo – 19/20 marzo

Il 19 e il 20 sono stati giorni impegnativi ma pieni di soddisfazioni.

Il sabato ho trascorso qualche ora allo stand della casa editrice, nell’ambito della Fiera “Bellissima” al Palazzo del Ghiaccio di Via Piranesi, a Milano.

Il giorno dopo sono stata a Saronno, nella libreria Mondadori di Via Portici, gestita da Costanza e Stefano con una passione che ormai non esiste più.

Ricordo una per una le facce sorridenti di coloro che ho incontrato, con cui ho parlato, presentando il libro, rispondendo a domande, facendo battute, tante… perché io non so vivere senza ridere, sono troppo seria per essere seriosa e posso, quindi, permettermi il lusso dell’ironia.

Visi gentili, curiosi, fiduciosi, amanti del piacere della lettura. Forse non ricordo tutti i vostri nomi (alcuni sì) mi ricordo perfettamente i volti e le cose che ci siamo detti.
Sarà l’amaretto, sarà che una libreria diventa un pianeta a parte se la si cura con amore? Fatto sta che questo è stato un firmacopie indimenticabile.

Ringrazio Lorenzo e tutti i suoi amici del gruppo di lettura, Alessandra, Erica e Bloody, Emanuela de “Il Mondo di Sopra”, Vanessa di Leone Editore, Rosalba, Costanza e Stefano della Libreria Mondadori di Saronno, i mitici Gemelli del Giallo e Pietro Brambati.